Alogastronomia è birra artigianale, prodotti di qualità e territorio

Il Festival…

Ad Apecchio nasce il Festival Nazionale Alogastronomia, il primo festival in Italia interamente dedicato alla birra artigianale abbinata ai prodotti di qualità, al territorio e alle sue potenzialità nei settori del turismo e dell’economia. Con cadenza biennale, il Festival trasformerà Apecchio nella vetrina di esposizione per tutti i prodotti di qualità della Regione, dalla birra artigianale alle altre eccellenze gastronomiche e in un centro di studi e di laboratori alogastronomici.

Il primo festival in Italia interamente dedicato alla filiera della birra artigianale e alle sue potenzialità nei settori del turismo e dell’economia.

festival alogastronomia

Missione e obiettivi

Alogastronomia è il neologismo che l’Associazione Apecchio Città della Birra ha coniato con l’intento di esprimere, comunicare e promuovere l’abbinamento tra birra artigianale, cibo di qualità e territorio. La birra vista quindi come un prodotto agricolo, e, in quanto tale, in grado di stabilire forti legami sia con gli altri prodotti che con il territorio stesso, fino a diventare il volano per arricchire l’intero paniere territoriale. Il Festival Nazionale Alogastronomia (findandfund.com) nasce dunque con l’obiettivo di comunicare il territorio marchigiano, l’agricoltura di qualità e il lavoro dei 16 birrifici artigianali presenti in regione, ma anche di incentivare l’aggregazione e la collaborazione tra questi ultimi, fino alla creazione di un unico Consorzio che, da una parte li rappresenti e dall’altra intraprenda per loro efficaci azioni di marketing e promozione, in Italia e nel mondo. Il Festival rappresenta inoltre un’occasione per la Comunità Montana del Catria e del Nerone di esporre con orgoglio il suo territorio, ricco di tipicità ed eccellenze, presentandolo come un unico prodotto frutto di diverse realtà fortemente interconnesse.

Il Festival, l’evento, un percorso…

Il Festival Nazionale Alogastronomia si svolgerà nel corso di due giorni: 1, 2 settembre 2012 ad Apecchio (PU). L’abbinamento birra e cibo sarà il fulcro dell’evento e troverà massima espressione nelle degustazioni guidate con i prodotti tipici del territorio. Saranno inoltre presenti le massime autorità della Regione Marche, oltre a personalità di spicco e opinion leader di settore. Nel corso della manifestazione, esperti e decisori economici parteciperanno a vari incontri formativi e talk show, al fine di creare cultura intorno a un settore, quello della birra artigianale, ancora troppo poco esplorato.

Cos’è l’alogastronomia?

Alogastronomia è il neologismo che l’Associazione Apecchio Città della Birra ha coniato con l’intento di esprimere, comunicare e promuovere l’abbinamento tra birra artigianale, cibo di qualità e territorio. La birra vista quindi come un prodotto agricolo, e, in quanto tale, in grado di stabilire forti legami sia con gli altri prodotti che con il territorio stesso, fino a diventare il volano per arricchire l’intero paniere territoriale.

albergolaforesta.it
rifugioallavena.it

L’ Associazione Apecchio Città della Birra, in collaborazione con il Comune di Apecchio, la Provincia di Pesaro e Urbino, la Comunità Montana Catria e Nerone, è lieta di presentare Pillole di Alogastronomia, termine appositamente coniato per indicare l’abbinamento tra la birra artigianale, prodotto di qualità e territorio. Lo scorso anno sono state organizzate in Apecchio due giornate dedicate proprio alla birra artigianale; tale iniziativa ha riscontrato notevoli risultati dal punto di vista delle autorità presenti, del pubblico, della comunicazione e dell’interesse a tale settore. Quest’anno intendiamo riproporre tale iniziativa denominandola Pillole di Alogastronomia. Gli eventi inseriti all’interno di Pillole saranno un laboratorio di idee, di discussione e saranno visti come proiezione di crescita per l’anno successivo quando sarà organizzato il Festival Nazionale. Questo perchè il Festival sarà biennale.

Il tema di questa edizione è legato al mondo dei food blogger

Essi sono i nuovi interpreti delle tendenze culinarie, veri e propri opinion leader nel mondo della gastronomia. Attraverso consigli, articoli, recensioni e ricette si confrontano ogni giorno con migliaia di appassionati che li ritengono tra le più accreditate fonti di informazione. Oggi in Italia i blog dedicati alla cucina superano quota 2.000 e sono in costante aumento.

Le Pillole

Le Pillole sono micro eventi organizzati durante l'anno in cui il Festival non si svolge e che in base ai temi scelti andranno a costruire e presentare il Festival dell'anno successivo. L’abbinamento birra e cibo sarà il fulcro degli eventi e troverà massima espressione nelle degustazioni guidate con i prodotti tipici del territorio e nel connubio con le altre eccellenze. Nel corso degli eventi, esperti e decisori economici parteciperanno a vari incontri formativi, talk show e cooking show, al fine di creare cultura intorno a un settore, quello della birra artigianale, ancora troppo poco esplorato.

Amarcord

Le birre Amarcord nascono diversi anni fa in un piccolissimo birrificio Riminese ad opera di alcuni giovani amici, tutti grandi amanti ed esperti della birra.
Il loro successo non tarda ad arrivare, tanto è vero che di li a poco, e siamo ai primi anni del 2000, Amarcord sente l’esigenza di potenziare lo stabilimento di produzione e dopo una lunga ricerca di un’acqua pura ed ideale per la produzione della birra, decide di trasferirsi ad Apecchio.
Qui, grazie al connubio tra una fabbrica nuova e moderna e il rispetto delle antiche tradizione del “far birra”, i Mastri Birrai di Amarcord hanno dato vita a birre genuine e di alta qualità selezionando malti d’orzo e luppolo tra i più pregiati.

Tenute Collesi

Apecchio è la città della birra ormai per eccellenza e per tutta l’Italia e, forse, non solo per l’Italia: la birra ImperAle e i prodotti Collesi ne sono l’espressione unica e l’impegno dell’azienda sarà massimo perché Apecchio sia sempre più conosciuta nel mondo, dove la birra ImperAle ormai è ampiamente apprezzata e consumata.
E la birra ImperAle è davvero la birra a chilometri zero della zona: l’acqua è quella strepitosa e perfetta per la birra che sgorga naturalmente dai rubinetti e che arriva dal Monte Nerone, l’orzo è quello dei campi delle Tenute Collesi. Ma non solo: l’orzo stesso è maltificato grazie al maltificio regionale, di cui Giuseppe Collesi, tra l’altro, è vicepresidente.
L’intero processo avviene poi nella Fabbrica della Birra dove nascono le bionde Alter ed Ego, l’ambrata Fiat Lux, la rossa Ubi, la nera Maior e la strepitosa Triplo Malto.
La birra poi, nella sua elegantissima bottiglia, parte alla conquista del mondo, dall’intera Italia al Giappone, dall’Europa agli Stati Uniti.

collesi

La Cotta

La birra artigianale la Cotta nasce nel birrificio dell’azienda agricola “Colleverde”, a Cà Corsuccio (Mercatale di Sassocorvaro – PU), nel cuore del Montefeltro storico.
Il progetto riprende le tradizioni del nord Europa e le trasferisce in una realtà rurale che ama e mira a mantenere la genuinità delle cose prodotte.
Per questo vengono selezionati solo gli ingredienti migliori, come acqua di sorgente, malto d’ orzo di produzione dell’azienda, luppolo di produzione tedesca o cecoslovacca e lievito naturale solitamente secco.
Dalla passione e dalla fantasia dei mastri birrai nascono infine quattro tipi di birra: la chiara, la rossa, l’ambrata e la nera.

Birrificio Pergolese

Il Birrificio Pergolese nasce a Pergola dopo esperienze maturate grazie alla collaborazione con esperti mastri birrai. La scelta di andare ad operare nel mercato dei birrifici artigianali delle Marche nasce dalla passione dei titolari Duccio ed Elia per la birra.
Si tratta di un microbirrificio moderno in cui si ricerca un concetto di equilibrio tra il rispetto della tradizione e i segreti di un prodotto millenario e l’utilizzo di nuove conoscenze e tecnologie.
Anche le birre sono moderne e ben si adattano alle nuove esigenze dei consumatori (in particolare bevibilità e moderato grado alcolico), rimanendo però ancorate alla tipicità e genuinità di un prodotto naturale, non filtrato e non pastorizzato attraverso l’utilizzo di materie prime selezionate.

Il Verziere

Qualche tempo fà l’azienda agricola Il Verziere ha dato vita ad un progetto molto interessante e sicuramente molto particolare nel suo genere ovvero la produzione di birra in campagna.
Piantagioni di orzo, ottima acqua, luppolo e lievito permettono di produrre attraverso uno scrupoloso procedimento dell’ottima birra.
L’impianto di produzione è all’interno del brew-pub Mulino Vecchio dove si può gustare l’ottima cucina tipica accompagnata dalla freschissima birra appena spillata.

Birrificio del Gomito

Il Birrificio del Gomito nasce nel paese di Agugliano, in provincia di Ancona. Esso è strategicamente posizionato al centro di una zona di interesse sia culturale che turistico/balneare, nonché immerso nella terra dei castelli, assieme ai comuni di Polverigi, Santa Maria Nuova, Offagna e Camerata Picena. Al massimo 30 minuti di auto separano Agugliano dalle maggiori località balneari sia a nord che a sud del Monte Conero. Il capoluogo di Provincia, nonché di Regione, sorge su un promontorio a forma di gomito piegato che protegge il più ampio porto naturale dell’Adriatico centrale. I Greci, che fondarono la città nel 387 a.C, notarono la forma di questo promontorio e per questo motivo chiamarono la nuova città “ankÔn”, che in greco significa appunto gomito. Da lì il nome Ancona.

Tutte le birre di questo birrificio derivano da materie prime rigorosamente selezionate. I cereali maltati e non, arrivano dai migliori maltifici che storicamente hanno segnato il passo nel settore della birrificazione. Nati negli anni delle rivoluzioni industriali, oggi assicurano un livello di qualità e costanza del prodotto uniche al mondo, tale che il risultato sono delle birre costantemente piacevoli.

Birrificio del Conero

Il Birrificio del Conero si trova a Camerano (AN) ed è un birrificio puramente amatoriale che produce birre ad uso esclusivamente personale.

Birrificio dei Castelli

Il Birrificio dei Castelli di Arcevia (AN) è una piccola realtà con un laboratorio in continua evoluzione che si pone come obiettivo primario la ricerca di un prodotto unico, raffinato e realizzato nel rispetto della tradizione. Adeguati tempi di lavorazione e maturazione, cura nel dettaglio e molta pazienza per distinguersi da un prodotto industriale la cui qualità è fortemente compromessa dalla produzione di massa.

Il Boccale d’oro

Il Boccale d’Oro è una azienda agrituristica situata in Via Cervidone a Cingoli (MC). E’ specializzata nella produzione artigiale di Birra dalla semina dell’ orzo distico, elemento essenziale, alla raccolta, tostatura e preparazione della Birra.
Il locale Boccale d’Oro sorge proprio all’interno della stessa azienda agricola di Bianchi Simone, uno dei pochi custodi dell’antica ricetta di prepazione della Birra tramandata da un noto mastro birraio del nord italia.
La Birra dopo la fermentazione, stagiona in tini speciali climatizzati per far si che il prodotto finale sia sempre ottimo.

Hops!

Il birrificio Hops! si trova a Civitanova Marche (MC). Le sue birre sono artigianali, prodotte all’interno del locale con ricette esclusive, ingredienti naturali e di altissima qualità: acqua, malto, luppolo e lievito. Non sono pastorizzate, non sono filtrate, non contengono conservanti.

Il Mastio

Il birrificio Il Mastio di Urbisaglia (MC) produce birre nel rispetto della più antica tradizione birraia, abbinando la ricerca scrupolosa di materie prime di alto profilo ad un ambiente ideale, dotato della tecnologia più avanzata.

Tutte le birre prodotte in questo birrificio sono crude e quindi non pastorizzate, ad alta fermentazione e (volutamente) non filtrate. Esse vengono rifermentate in bottiglia o in fusto e, soprattutto durante la stagionatura, si arricchiscono di quei sapori ed aromi che le renderanno uniche nel loro genere.

Mc-77

Mc-77 è la beer firm di Cecilia Scisciani e Matteo Pomposini, due giovani accademici con diversi anni di homebrewing alle spalle, che a un certo punto hanno deciso di trasformare il gioco in un’impresa. Il logo ricorda i cartelli segnaletici delle strade statunitensi: in effetti l’identità visiva è dedicata alla statale 77, che i due si trovavano a percorrere ogni volta che da Roma raggiungevano il loro “laboratorio” da homebrewer.
Attualmente le birre sono realizzate presso il Birrificio Maiella, ma in futuro c’è l’idea di utilizzare un proprio impianto produttivo a Caccamo di Serrapetrona (MC), dove al momento è presente il magazzino.

Mukkeller

Il piccolo birrificio Mukkeller di Porto Sant’Elpidio (FM) produce una birra naturale senza filtrazioni, pastorizzazioni, conservanti e stabilizzanti.
L’idea del birraio è quella di produrre una birra che rispetti i processi di maturazione e sia venduta in tempi relativamente brevi per preservare la sua composizione organolettica e la sua fragranza.

Alpen Keller

Brew Pub di Ascoli Piceno con produzione artigianale.

Laboratorio della Birra CeReale

L’ Azienda Agraria di Moretti Alvaro si trova a Monte Giberto (FM) e al momento ha in produzione sei birre ad alta e bassa fermentazione (pils, bitter, ales, weizen e persino un barley wine).

Le Fate

Il birrificio artigianale Le Fate nasce a Comunanza nel 2011. L’utilizzo dell’acqua dei Monti Sibillini e dei cereali della stessa azienda agricola, fornisce alla birra un carattere strettamente territoriale.
Con la nascita della malteria regionale COBI di Ancona, in collaborazione con COOPAGRI, i cereali prodotti dall’azienda vengono trasformati in malto e successivamente utilizzati per la produzione della birra artigianale.
Attualmente la capacità produttiva dell’impianto è di 500 Litri per cotta.